Paccheri fritti ripieni

Download PDF

Paccheri fritti ripieni

paccheri ripieni di ricotta

Di solito quando parliamo di paccheri pensiamo ad un bel piatto di pasta fumante magari condito con un bel ragu’ alla napoletana. Oggi vi propongo la variante dei paccheri fritti ripieni. Questo piatto tipico della tradizione campana puo’ essere servito come antipasto o come finger food in una cenettta tra amici. La prima volta li ho assaggiati in un ristorante come antipasto in una fritturina  mista di crocche’,  arancini, verdure pastellate ecc. e devo dire che mi sono davvero piaciuti tanto. Cosi’ mi sono ripromessa di prepararli a casa con quella che secondo è la migliore pasta in circolazione.
Ecco la ricetta.

Ricetta:

  • 15 paccheri
  • 250 gr di ricotta
  • 100 gr di prosciutto cotto tagliato in una sola fetta
  • 100 gr di scamorza o provola
  • sale
  • pepe
  • parmigiano grattugiato

Per l’impanatura:

  • 2 uova
  • pangrattato
  • farina
  • olio per friggere

Preparazione:

Immergere i paccheri in acqua bollente salata e lasciarli cuocere per circa 6 minuti.

In genere la cottura dei paccheri si aggira intorno ai 13 minuti, quindi quando li alzate, dopo 6 minuti,  sono ancora belli duri.

Con l’aiuto di una schiumarola colateli dall’acqua e appoggiateli su un canovaccio pulito per farli raffreddare.

Mettere la ricotta in una terrina e stemperarla insieme al sale al pepe e al parmigiano grattugiato. Tagliare la scamorza  e il prosciutto a dadini e aggiungere entrambi gli ingredienti al composto di ricotta.

Mescolare e far amalgamare bene il tutto.

I paccheri ormai si  saranno raffreddati. Con l’aiuto di un cucchiaino riempire ogni pacchero con il ripieno preparato.

Una volta effettuata questa operazione che richiede un tantino di pazienza, procedete all’impanatura. Far rotolare i paccheri prima nella farina,

poi nelle uova sbattute

e infine nel pangrattato.

Adesso i paccheri sono pronti per essere fritti.

Mettere l’olio per friggere in una pentola capiente e procedere alla frittura.

I paccheri una volta fritti sono pronti per essere gustati sia caldi che freddi. Io li ho serviti accompagnati da un bicchiere di prosecco per antipasto, sono davvero gustosissimi e come mi aspettavo la pasta scelta non ha deluso le mie aspettative conferendo quel tocco in più nel rendere eccellente una preparazione già di per se ottima.

1705 Total Views 1 Views Today