Peperoncini piccanti ripieni sott’olio

Download PDF

Peperoncini piccanti ripieni sott’olio

Durante il mio ultimo salto in Calabria ho acquistato alcuni prodotti tipici della zona tra cui una treccia di peperoncini rotondi piccanti. Cosi’, visto il periodo, ho pensato di preparare la mia prima conserva: peperoncini sott’olio ripieni. Io adoro i cibi piccanti e questi peperoncini li ho spesso acquistati al supermercato ma vi assicuro che prepararli in casa mi ha dato una certa soddisfazione.
Frugando sul web ci sono una marea di modi per preparare questa conserva,ma io ho ascoltato il consiglio di una donna anziana incontrata al mercato in Calabria la quale mi ha assicurato la perfetta riuscita di questa ricetta.

Ricetta:

  • 20 peperoncini
  • 200 gr tonno sott’olio
  • una manciata di capperi
  • aceto
  • olio evo

Preparazione:

Innanzitutto vi consiglio di fornirvi di  un paio di guanti in lattice, in quanto essendo i peperoncini molto piccanti dopo con acqua e sapone non mandate via il piccante dalle mani.

Prendere i peperoncini  privarli del picciuolo e poi con l’aiuto di un coltellino svuotarli dei semi.
Poi lavarli  in abbondante acqua fredda e metterli a colare. Prendere una pentola mettere a bollire 750 ml di aceto e 750 ml di acqua. Una volta raggiunto il punto di ebollizione mettere i peperoncini e farli bollire per massimo 2 minuti. Con l’aiuto di una schiumarola alzarli e metteteli a colare su un canovaccio pulito.
Lasciateli sul canovaccio a colare per un giorno ed una notte.
Poi prendere il tonno sgocciolarlo e trasferirlo in un piatto. Aggiungere i capperi e con l’aiuto di un mini pimer riducete il tutto in poltiglia.

Infine riprendere i peperoncini e con un cucchiaino riempirli ciascuno cercando di livellare il composto.

Prendere dei barattoli sistemare i peperoncini ripieni e aggiungere l’olio man mano che ponete i  peperoncini all’interno del barattolo.  Vi consiglio di usare un buon olio extra vergine. Lasciarli riposare in un luogo buio ed asciutto per almeno 15 giorni. Poi gustateli come volete. Io ho gia’ pensato di servirli come antipasto in una delle prossime cene che organizzero’ con i miei amici.

1224 Total Views 1 Views Today