Ziti lardiati con lardo di Colonnata

Download PDF

Ziti lardiati con lardo di Colonnata

Ziti lardiati con lardo di Colonnata
Ho già più volte menzionato mio padre…grande appassionato di cucina e della cucina tradizionale specialmente campana. Spesso quando lo aiutavo a preparare capitava che, abbracciandomi, mi faceva le sue classiche raccomandazioni paterne e anche più spesso mi regalava le sue perle di saggezza.
Quando cucinavamo insieme mi ripeteva in continuazione di ricordare la tradizione, i suoi prodotti e le sue ricette e mi invitava a innovarle ma sempre tenendo d’occhio la qualità e l’eccellenza.
Da questi suoi consigli nasce il mio desiderio di presentarvi una antica semplice e veloce ricetta campana esattamente come la preparava lui che l’aveva assimilata osservando la madre. Quanti racconti quando a 12-13 anni la preparavo con lui…
Eppure oggi che siamo tutti orientati alla cucina light e bio o verso le moderne e sofisticate raffinatezze culinarie, utilizzare il lardo in cucina sembra quasi inopportuno…però poi…ti guardi intorno e ti accorgi che uno dei prodotti tipici più gettonati è proprio il lardo, tanto da meritarsi nel 2004 l’IGP con il lardo di Colonnata.
Allora mi son detta…perchè non provare con questo eccezionale prodotto toscano ? Il sapore è molto più delicato del lardo comune…ma si ci provo !… E ne è venuta fuori una versione ToscanNapoletana che mi ha deliziato e che vi invito a provare…
L’eccezionale lardo di Colonnata, paesino in provincia di Carrara, segue un disciplinare di produzione severo, con una stagionatura di 6-10 mesi. Dal marmo detto “vetrino” si ricavano delle conche in cui vengono riposti i pezzi di lardo di maiale lavorato entro le 72 ore con sale e spezie fino alla completa stagionatura. L’umidità e la temperatura dei siti di stagionatura e conservazione uniti alle specifiche proprietà del marmo “Vetrino” rendono questo prodotto eccezionale e soprattutto unico… La produzione è infatti di circa 1000 kg annui ed affidata a poche aziende iscritte nel registro.Il disciplinare lo potete consultare qui
Ricetta:
  • 350 gr di pasta tipo ziti
  • 100 gr di lardo di Colonnata
  • mezza cipolla
  • 3 o 4 cucchiai d’olio evo
  • 350 gr di pomodorini
Preparazione:Prendere un tagliere di legno e iniziare a tagliare il lardo e la cipolla.

Poi con un’utensile che si chiama accetta da cucina tranciare il lardo insieme alla cipolla facendo diventare il tutto quasi una crema.

In una pentola versare l’olio,  questo composto di lardo e cipolla e  far soffriggere fino a che il lardo quasi non e’ diventato trasparente.

Infine unire i pomodorini tagliati. Io oltre ai pomodorini freschi ho aggiunto anche un barattolo di conserva di pomodorini  del Vesuvio che mi era stato regalato.

Lasciar cuocere finche’ il sugo non e’ pronto.

Lessare la pasta, colarla e condirla con un po’ di sugo poi trasferitela nei piatti e irroratela con questo connubio di pomodorini e lardo. Vi consiglio una bella spolverata di pecorino romano. Ecco il mio piatto…

 

2789 Total Views 2 Views Today